La Caritas è un organismo pastorale della diocesi che ha il compito di aiutare l’intera comunità a mettere la carità al centro della testimonianza cristiana. A fronte di qualsiasi situazione di sofferenza ciò che contraddistingue l’azione della Caritas è la sua funzione pedagogica, che aiuta a superare la mentalità assistenziale per aprirsi alla carità evangelica in termini di prossimità e condivisione. Tutta l’attività della Caritas segue il metodo pastorale basato sull’ascolto, l’osservazione e il discernimento,  poiché l’intento non è un semplice monitoraggio dei bisogni da assistere, ma lo sforzo di comprendere le persone e i loro problemi.  Ascoltare è il primo passo per entrare in relazione con l’altro, è condivisione, partecipazione,è prendere parte; Osservare vuol dire fare attenzione a tutte le forme di povertà e di emarginazione, essenziale per creare un cammino di condivisione ; Discernere è leggere e comprendere  le cause che generano povertà  e anche promuovere modi per sensibilizzare e coinvolgere la comunità.  Le opere della Caritas sono il SEGNO della Parola, dell’Eucaristia e della Carità di Dio, proprio per questo vengono chiamate “Opere Segno”.  Sono tre gli ambiti in cui la Caritas opera, a cui corrispondono tre diversi destinatari. La Promozione Caritas (la Chiesa), il soggetto privilegiato del lavoro di promozione Caritas sono infatti le Parrocchie, che vengono accompagnate nella capacità di esprimere testimonianza comunitaria della carità. La Promozione umana (i poveri), a questo ambito sono riconducibili tutte le azioni, dirette o indirette, di servizio ai poveri. La Promozione mondialità (il territorio/mondo), è l’ambito in cui i servizi della Caritas sono aperti ad una dimensione universale, volti alla salvaguardia del Creato.