Il Fondo di Solidarietà è stato creato allo scopo di aiutare, attraverso piccole somme di credito, le famiglie monoreddito, prive di alcuna fonte di sostegno economico stabile o scoperte da qualsiasi forma di ammortizzatore sociale.

Per le famiglie e le piccole imprese è attivo il Prestito della Speranza: occupandosi degli oneri burocratici, la Caritas diocesana diventa l’interlocutore delle famiglie nei confronti della Banca. Grazie all’accordo tra la CEI e l’ABI è possibile ottenere 2 forme di finanziamento: il microcredito sociale di importo non superiore a 6.000 € per le famiglie in condizioni di particolare vulnerabilità economica o sociale; il microcredito di impresa di importo non superiore a 25.000 € a persone fisiche, società di persone o società cooperative, per l’avvio o l’esercizio di attività di lavoro autonomo o di microimpresa. Il prestito dovrà essere rimborsato in 60 rate mensili, a partire dal tredicesimo mese successivo all’erogazione del credito.